MOSTRA CATEGORIE
  • Privacy
  • Campi Elettromagnetici (CEM)
  • MOCA
  • Valutazioni dei rischi
  • Sicurezza cantiere
  • Sicurezza macchine
  • Verifica sito produttivo
  • Prevenzione incendi
  • Trasporto merci pericolose ADR
  • Assunzione incarico RSPP
  • Apparecchi a pressione - PED
  • Agenti fisici
  • Direttiva "Seveso"

SICUREZZA

PREVENZIONE INCENDI

La sicurezza antincendio persegue l'intento di garantire un livello adeguato di protezione determinato univocamente per l'intero territorio nazionale. A tal fine è stato individuato, con l'allegato I al D.P.R. 151/2011, un elenco di 80 attività (denominate "attività soggette")  considerate a maggior rischio d'incendio, che sono sottoposte a controllo dei Vigili del Fuoco. 

I responsabili (enti e privati) delle "attività soggette" sono tenuti a rispettare vari adempimenti procedurali prescritti. Il nuovo regolamento opera una sostanziale semplificazione e tiene conto dell'introduzione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) sui procedimenti di competenza dei Vigili del Fuoco, nonché di quanto previsto dal regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le attività produttive (S.U.A.P.).

Il nuovo regolamento individua 3 categorie con una differenziazione degli adempimenti procedurali:

• Categoria A: attività dotate di 'regola tecnica' di riferimento e contraddistinte da un limitato livello di complessità, legato alla consistenza dell'attività, all'affollamento ed ai quantitativi di materiale presente
• Categoria B: attività presenti in A, quanto a tipologia, ma caratterizzate da un maggiore livello di complessità, nonché le attività sprovviste di una specifica regolamentazione tecnica di riferimento, ma comunque con un livello di complessità inferiore al parametro assunto per la categoria 'superiore'
• Categoria C: attività con alto livello di complessità, indipendentemente dalla presenza o meno della 'regola tecnica'.

Sono state quindi aggiornate le modalità di presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi, che si descrivono di seguito, prevedendo sia il caso in cui l'attivazione avvenga attraverso lo Sportello Unico per le attività produttive sia l'eventualità che si proceda direttamente investendo il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Nelle more dell'emanazione del nuovo regolamento recante la disciplina delle modalità di presentazione delle istanze per l'avvio dei procedimenti di prevenzione incendi, continueranno a trovare applicazione le disposizioni contenute nel D.M. del 7 agosto 2012.

Il gruppo Ecoricerche, attiva nel settore della prevenzione incendi da diversi anni, si occupa di:

• Consulenza generale in merito al rischio incendio e degli impianti di protezione
• Verifica conformità impianti antincendio
• Valutazione del rischio incendio
• Richiesta e consulenza in fase di esame preliminare di fattibilità del progetto – Nulla osta di fattibilità
• Redazione della pratica di richiesta di parere di conformità antincendio
• Segnalazione Certificata di Inizio Attività – SCIA VVF
• Elaborazione di piani d'emergenza ed evacuazione
• Progettazione impianti antincendio
• Richiesta di rinnovo periodico di conformità antincendio
• Presentazione di istanza di deroga al rispetto della normativa antincendio
• Collaudo impianti antincendio
• Redazione manuali impianti antincendio

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO