NEWS

RIFIUTI INERTI

Modifiche alla DGRV n. 1060 del 24.06.2014

Pubblicata il 10 maggio 2018

La Regione Veneto sostituisce l’Allegato A alla DGRV n. 1060 del 24.06.2014, con l’Allegato A alla DGRV n. 439 del 10 aprile 2018 (BUR 41 del 30/04/2018), in quanto le attività istruttorie finalizzate al rilascio di Autorizzazioni integrate ambientali, relative alla produzione di aggregati legati e non legati e conglomerati cementizi a partire dai rifiuti, hanno consentito di verificare la necessità di chiarire le condizioni ambientali che devono essere rispettate da un rifiuto sottoposto ad attività di recupero per farne cessare la qualifica come tale, con particolare riferimento alla esecuzione del test di cessione da eseguirsi sull’aggregato riciclato, dopo l’aggiunta di leganti.

 

La Regione dà infatti evidenza che l’aggregato riciclato, che rispetta i limiti del test di cessione condotto secondo quanto indicato nell’Allegato 3 del D.M. 5.02.1998, dopo l’aggiunta del legante non rispetta più i limiti indicati nella Tabella di riferimento, rilasciando nell’ambiente concentrazioni di metalli pesanti superiori a tali limiti.

 

Stante l’impiego di tali prodotti nel campo dell’edilizia, ed in particolare nella realizzazione di rilevati e sottofondi stradali e ferroviari e aeroportuali, piazzali industriali e in generale nelle opere di costruzione la Regione introduce l’obbligo del test di cessione dopo l’aggiunta del legante idraulico.

 

Vengono dunque introdotti tra i prodotti di recupero le “miscele “migliorate a calce e cemento”, non classificabili come “miscele legate” in termini di resistenza a compressione e trazione a modulo elastico, che dovranno rispettare il test di cessione di cui all’Allegato 3 del DM 05.02.1998 e le norma tecniche di riferimento UNI EN 14227.


Per maggiori informazioni: commerciale@ecoricerche.com - 0424 502684

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO