NEWS

NORMA ANTINFORTUNISTICA

Sentenza Corte di Cassazione

Pubblicata il 30 maggio 2019

Con la Sentenza 13583/2019 la Corte di Cassazione ha configurato l'aggravante della violazione di norme antinfortunistiche per omicidio colposo, occorso a soggetto non dipendente del datore di lavoro.
Nello specifico il Supremo Collegio ha precisato che le norme sulla sicurezza non sono previste solo per tutelare i dipendenti della società, ma anche soggetti terzi che possono trovarsi nell’ambiente di lavoro. Quindi la loro violazione, prescinde dalla titolarità di un rapporto di lavoro subordinato. 

La sentenza ha stabilito che “il datore di lavoro che, con una propria condotta, abbia determinato l’insorgere di una fonte di pericolo, è titolare di una posizione di garanzia inerente ai danni provocati non soltanto ai propri dipendenti, ma anche ai terzi che frequentano le strutture aziendali”.


Per approfondire vai al sito della Corte di Cassazione.


Per maggiori informazioni: commerciale@ecoricerche.com - 0424 502684

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO