MOSTRA CATEGORIE
  • Autorizzazioni ambientali
  • Iscrizione albo gestori ambientali
  • Rifiuti
  • Verifica sito produttivo
  • Indagini Ambientali
  • Trasporto merci pericolose - ADR
  • Valutazione Ambientali
  • Inquinamento luminoso - PICIL
  • Siti Inquinati

AMBIENTE

Valutazione Ambientali

Le procedure di Valutazione Ambientale e studi specifici previsti dalle norme comunitarie e nazionali vigenti, rappresentano strumenti fondamentali per l’integrazione di considerazioni di carattere ambientale nell’elaborazione di Piani e Programmi, per la verifica degli impatti ambientali di Progetti e, più in generale, per la stima degli effetti diretti e indiretti che determinate attività antropiche determinano sulle diverse componenti ambientali.

Tra le valutazioni e gli studi principali, per i quali il gruppo offre i propri servizi, vi sono:

Valutazione Impatto Ambientale - V.I.A.

La Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) è una procedura tecnico-amministrativa finalizzata alla formulazione di un giudizio preventivo in ordine alla compatibilità ambientale di un progetto la cui realizzazione pare suscettibile di provocare effetti rilevanti sull'ambiente globalmente considerato, secondo le Direttive 85/337/CEE e 97/11/CE e recepite dalla PAT da L.P. 28/1988, n. 28 e s.m.i. .

Esistono due differenti procedure di impatto ambientale in base alla normativa sopraccitata:

• La Valutazione di Impatto Ambientale
• La Verifica di Assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale
La Verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale è disciplinata dall'articolo 20 del D.Lgs. 152/2006 mentre le opere che rientrano nella procedura sono elencate nell'allegato IV dell'indicato D.Lgs. 152/2006.

Verifica di compatibilità ambientale - Screening V.I.A.

I progetti sottoposti a verifica di assoggettabilità, qualora non assoggettati alla valutazione di impatto ambientale, devono essere corredati da: uno studio preliminare ambientale e da una relazione di compatibilità ambientale chiamata screening in ottemperanza alla L.P. 28/ 1988 e .s.m.i. .

Valutazione Ambientale - V.A.S.

La valutazione ambientale strategica (V.A.S.), introdotta dalla Direttiva 2001/42/CE viene recepita in sede provinciale attraverso il D.P.P. 15-68/Leg 2006. Tale procedura è finalizzata alla preventiva valutazione degli effetti degli strumenti di pianificazione e di programmazione sull’ambiente.

La valutazione strategica ha l'obiettivo di integrare le verifiche ambientali all’atto dell’elaborazione e adozione di piani e programmi. La V.A.S. accompagna l’iter decisionale, al fine di garantire una scelta ponderata tra le possibili alternative, alla luce degli indirizzi di piano e dell’ambito territoriale in cui si opera.

Rumore - Valutazione Impatto Acustico

La valutazione di impatto ambientale è uno degli strumenti che consentono di realizzare e controllare l'attuazione dei contenuti della pianificazione territoriale, la parte che concerne l'impatto acustico ricopre un ruolo significativo.

Ecoricerche attraverso la sua competenza e strumentazione, si occupa di redigere e valutare:

• Valutazione previsionale impatto acustico con software Soundplan© L.Q. 447/95 + D.P.C.M. 14/11/1997 - D.M.A. 16 marzo 1998 - DDG ARPAV N. 3/2008 
• Sopralluogo presso il cliente con rilievo della rumorosità esistente e caratterizzazione delle sorgenti ante operam 
• Realizzazione di una rappresentazione tridimensionale dell’area in analisi
• Modellizzazione delle sorgenti di rumore esistenti e previste con il necessario grado di complessità (da sorgente puntiforme a sorgente areale)
• Elaborazione mappe visuali per l’identificazione immediata della rumorosità presente e futura in tutta l’area circostante l’insediamento
• Calcolo delle caratteristiche necessarie per eventuali opere di insonorizzazione
• Documento finale di Valutazione di Impatto Acustico, previsionale o dello stato attuale
• Misurazione del rumore ambientale all’aperto
• Misurazione del rumore in ambienti chiusi

Valutazione di incidenza ambientale

La valutazione di incidenza rappresenta uno strumento di prevenzione atto a garantire la coerenza complessiva e la funzionalità dei siti della rete Natura 2000. Introdotta dall'articolo 6, comma 3, della direttiva "Habitat", recepito con l’art. 5 del D.P.R. 357/1997 e s.m.i., consente l'esame delle interferenze di piani, progetti e interventi che, non essendo direttamente connessi alla conservazione degli habitat e delle specie caratterizzanti i siti stessi, possono condizionarne l'equilibrio ambientale. La valutazione di incidenza permette quindi di verificare la sussistenza e la significatività di incidenze negative a carico di habitat o specie di interesse comunitario.

Studio di compatibilità Idraulica

La valutazione di compatibilità idraulica è redatta ai sensi della D.G.R.V. 3637/2002 e delle successive deliberazioni 1322/2006, 1841/2007 e 2948/2009 della V.C.I., che forniscono ulteriori indicazioni sulla stesura dello studio idraulico, in particolare per quanto riguarda i nuovi strumenti urbanistici (P.A.T.I., P.A.T., P.I. e P.U.A.) introdotti dalla L.R. Urbanistica 11/2004.

Lo studio per la valutazione di compatibilità idraulica si concretizzano sostanzialmente in elaborazioni idrologiche ed idrauliche finalizzate a definire progettualmente gli interventi che hanno funzione compensativa per garantire l' “invarianza idraulica”.

Il principio di “invarianza idraulica” delle trasformazioni del territorio viene così definito: "Per trasformazione del territorio ad invarianza idraulica si intende la trasformazione di un'area che non provochi un aggravio della portata di piena del corpo idrico ricevente i deflussi superficiali originati dall'area stessa."

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO