MOSTRA CATEGORIE
  • Autorizzazioni ambientali
  • Iscrizione albo gestori ambientali
  • Rifiuti
  • Verifica sito produttivo
  • Indagini Ambientali
  • Trasporto merci pericolose - ADR
  • Valutazione Ambientali
  • Inquinamento luminoso - PICIL
  • Siti Inquinati

AMBIENTE

Indagini Ambientali

L'esercizio di attività produttive può causare acque di scarico, emissioni in atmosfera, rifiuti, rumore, vibrazioni, inquinamento del suolo e dell'aria e non ultimo esposizioni di campi elettromagnetici.

Per contenere l'impatto ad esse collegato, soprattutto verso le realtà limitrofe agli insediamenti in analisi, è necessario individuare correttamente le fonti emissive e determinare il livello di inquinamento da esse generato. Le indagini ambientali permettono di caratterizzare chimicamente e fisicamente le varie matrici ambientali  in modo da accertare e monitorare le varie situazioni di inquinamento.

Il gruppo Ecoricerche è in grado di fornire servizi accurati di indagine ambientale grazie al proprio laboratorio accreditato ACCREDIA, mediante il quale svolge, tra le altre, le seguenti attività:

Analisi e consulenze su suoli, terre e rocce da scavo

Il gruppo Ecoricerche è qualificato per adempiere tutti gli aspetti amministrativi per la corretta gestione delle “terre e rocce da scavo” e all'analisi di terreni potenzialemente contaminati. 

Attualmente i materiali da scavo derivanti da interventi soggetti a V.I.A. e A.I.A. e riutilizzati in altri cantieri, sono normati dal D.M. 161/2012, mentre il riutilizzo dei terreni in cantieri non soggetti a V.I.A. e A.I.A. è normato dalla L. 98/2013. Il materiale di scavo riutilizzato all’interno dello stesso cantiere segue le prescrizioni dell’art. 185 del D.Lgs. 152/2006 e in Regione Veneto alle disposizioni del D.G.R.V. 794. In questo caso è sufficiente comprovare la non contaminazione dei terreni (relazione ambientale e analisi chimiche) ma non è necessaria l’approvazione da parte dell’Autorità competente.

Nello specifico, tra i servizi offerti dal gruppo vi sono:

• Effettuazione di prelievi conformemente alla normativa in materia di bonifiche e terre e rocce da scavo
• Analisi del suolo per verifica CSC (Concentrazione Soglia di Contaminazione) di siti potenzialmente contaminati
• Analisi e Consulenza in merito a procedure e veriche, al fine di verificare il rispetto delle CSC per la definizione delle terre e rocce di scavo come rifiuto o sottoprodotto
• Consulenza nel caso di presenza di suoli contaminati in merito alla loro bonifica e/o smaltimento

Emissioni in atmosfera - Flussi convogliati

L’aria è una matrice estremamente importante per la salute e la qualità della vita pertanto la salubrità dell’aria è un requisito fondamentale per garantire la salute.
Una delle cause di inquinamento di tale importante matrice è dovuta alle attività produttive non adeguatamente controllate.
La legislazione in materia di emissioni in atmosfera prevede infatti non solo che l’emissione sia autorizzata ma in genere prevede anche che vengano effettuati periodici controlli al fine di garantire il mantenimento nel tempo dei limiti di legge e dei limiti imposti nella specifica autorizzazione.
La legge quadro che detta norme in materia di emissioni nell'atmosfera è il D.Lgs. 152/2006.

Il gruppo Ecoricerche, tra gli altri servizi, effettua:

Controllo analitico delle emissioni in atmosfera

• Sopralluogo presso il cliente per conoscere i processi produttivi che generano le emissioni, le sostanze pericolose utilizzate nel processo e valutare quelle che possono essersi formate e quindi convogliate in atmosfera
• Valutazione della conformità dei camini, dei tronchetti di campionamento e degli accessi agli stessi alle norme di riferimento nazionali (Norma UNI EN 10169) o provinciali
• Effettuazione di campionamenti e misure secondo metodi ufficiali e/o normati (UNI, UNI EN, UNICHIM, EPA etc. ) con proprio personale tecnico specializzato nel settore
• Effettuazione delle misure in triplo come previsto dalla normativa con verbale di campionamento che dimostra tempi e condizioni relativi alle tre misure. Quanto sopra permette in caso di contestazione di fornire l’evidenza oggettiva delle tre misure effettuate.
• Possibilità di effettuare per alcuni inquinanti o parametri, misure in continuo, fornendo in tempo
reale indicazioni sull’emissione
• Analisi in laboratorio proprio delle matrici ottenute con i campionamenti discontinui
• Verifica della conformità delle emissioni rispetto a specifici provvedimenti di autorizzazione o rispetto alla normativa nazionale con giudizio sulle emissioni

Consulenza in merito ad eventuali problemi o non conformità che possano emergere durante i controlli

Controllo dei sistemi di misura in continuo delle emissioni 

• Sopralluogo presso il cliente per conoscere i processi produttivi che generano le emissioni, il tipo di sistema di misura in continuo (AMS) installato, il principio di funzionamento dello stesso e le eventuali possibili interferenze con il metodo di misura di riferimento (SRM)
• Effettuazione della taratura dello strumento installato (AMS) per confronto con misure in contemporanea effettuate con un metodo di riferimento (SRM)
• Controllo periodico della taratura dello strumento installato (AMS) per confronto con misure in contemporanea effettuate con un metodo di riferimento (SRM)
• Verifica della linearità di risposta dello strumento installato (AMS) per confronto con soluzioni di gas certificate.
• Determinazione della accuratezza per confronto con un metodo di riferimento (SRM)
• Determinazione e calcolo dell’incertezza di misura dello strumento installato (AMS)
• Verifica della conformità delle emissioni rispetto agli specifici provvedimenti di autorizzazione o rispetto alla normativa nazionale con giudizio sulle emissioni
• Relazione tecnica di elaborazione dei dati sperimentali ottenuti e rapporti di prova riportanti i valori delle misure effettuate
• Consulenza in merito ad eventuali problemi o non conformità che possano emergere durante i controlli

Acque

L'acqua è la risorsa più importante sulla Terra; è capace di cambiare il nostro pianeta dal punto di vista geologico e paesaggistico ed è grazie alla sua presenza ed abbondanza che è stata possibile la nascita della vita, da tutto ciò nasce la necessità della sua tutela anche attraverso il suo controllo.

Le normative suddividono le acque in:

• Acque destinate al consumo umano: D.Lgs. 31/2001 che fissa i requisiti chimico fisici delle acque destinate al consumo umano
• Acque di scarico: Il D.Lgs. 152/2006 parte III che fissa i limiti allo scarico in fognatura, in acque superficiali e sul suolo delle acque di scarico
• Acque sotterranee: Il D.Lgs. 152/2006 titolo V all’allegato 5 ( che fissa i limiti soglia di concentrazione nelle acque sotterranee
• Acque superficiali: Il D.Lgs. 152/2006 parte III all’allegato uno che fissa gli obiettivi di qualità delle acque superficiali


Ecoricerche opera nel settore acque da oltre trent'anni svolgendo tramite laboratorio accreditato, attività analitiche su tante tipologie di acque, e fornisce inoltre assistenza tecnico-amministrativa nella gestione delle relative problematiche.
Relativamente alle acque destinate al consumo umano (potabili) all’unità sanitaria locale, ai gestori del servizio idrico integrato e agli utenti privati con approvvigionamento autonomo da pozzo spetta l’obbligo di effettuare il controllo chimico e batteriologico. 

Il controllo analitico delle acque di falda è un obbligo previsto dalla normativa sulla bonifica dei siti inquinati che fissa i limiti di soglia di contaminazione (CSC).
Il controllo analitico delle acque superficiali viene effettuato per identificare lo stato di qualità delle acque superficiali (laghi, fiumi etc.) in funzione anche del loro utilizzo.

Tra le varie attività fornite, il gruppo Ecoricerche segue i propri clienti in merito a:

Analisi Acque di Scarico

• Sopralluogo presso il cliente al fine di conoscere i processi produttivi dai quali si originano le acque di scarico
• Prelievo con le modalità previste dai metodi ufficiali e da specifiche procedura
• Scelta dei parametri da analizzare, in base alla autorizzazione e/o il processo produttivo che genera lo scarico, ed analisi dei campioni
• Verifica della conformità dello scarico in riferimento ai limiti di legge

Analisi Acque potabili di falda e superficiali

• Prelievo con le modalità previste dal metodo ufficiale APAT CNR IRSA 1030 Man 29 2003 o da specifica procedura.
• Scelta dei parametri da analizzare in base della tipologia delle acque (potabili, di falda superficiali) alla luce di quanto previsto dalle specifiche normative
• Analisi chimica e batteriologica dei parametri scelti
• Verifica della conformità in riferimento agli specifici limiti di legge

Rumore - Valutazione Impatto Acustico

La valutazione di impatto ambientale è uno degli strumenti che consentono di realizzare e controllare l'attuazione dei contenuti della pianificazione territoriale, la parte che concerne l'impatto acustico ricopre un ruolo significativo.

Ecoricerche attraverso la sua competenza e strumentazione, si occupa di redigere e valutare:

• Valutazione previsionale impatto acustico con software Soundplan© L.Q. 447/95 + D.P.C.M. 14/11/1997 - D.M.A. 16 marzo 1998 - DDG ARPAV N. 3/2008 
• Sopralluogo presso il cliente con rilievo della rumorosità esistente e caratterizzazione delle sorgenti ante operam 
• Realizzazione di una rappresentazione tridimensionale dell’area in analisi
• Modellizzazione delle sorgenti di rumore esistenti e previste con il necessario grado di complessità (da sorgente puntiforme a sorgente areale)
• Elaborazione mappe visuali per l’identificazione immediata della rumorosità presente e futura in tutta l’area circostante l’insediamento
• Calcolo delle caratteristiche necessarie per eventuali opere di insonorizzazione
• Documento finale di Valutazione di Impatto Acustico, previsionale o dello stato attuale
• Misurazione del rumore ambientale all’aperto
• Misurazione del rumore in ambienti chiusi

Valutazione impatto esposizione campi elettromagnetici - CEM

L’inquinamento ambientale da CEM è riconducibile a due principali tipologie presenti in aree urbanizzate: gli elettrodotti ad alta tensione, che generano campi elettrici e magnetici a frequenze estremamente basse (50 Hz), e gli impianti per telecomunicazione, che irradiano campi elettromagnetici ad alte frequenze (radiofrequenze).

Rilievi e valutazioni di impatto ambientale da campi elettromagnetici:

• Verifiche strumentali e stime teoriche relative all’inquinamento elettromagnetico, sia a bassa sia ad alta frequenza
• Verifica del rispetto dei limiti di legge (Legge 36/2001 ) e successivi decreti attuativi (D.P.C.M. 8 luglio 2003) 
• Perizie su inquinamento da onde elettromagnetiche

Analisi della qualità dell’aria all’aperto ed in ambienti di lavoro

Lo sviluppo economico ed industriale avvenuto in questi anni, ha generato profondi e rapidi mutamenti nell’ambiente. Sostanze inquinanti provenienti principalmente da processi di combustione (trasporto, riscaldamento domestico, produzioni industriali, ecc.) e da processi industriali si possono trovare nell’aria sia all’interno degli ambienti di lavoro come che nell’aria esterna.

Per tali aspetti, il gruppo Ecoricerche fornisce consulenza specifica, mediante monitoraggi, campionamenti, analisi e valutazioni specifiche.
Misura dell’inquinamento atmosferico e valutazione della qualità dell’aria (D.Lgs. 351/99 e D.M. 60/02)
Il D.Lgs. 351/99 e il DM 60/02, oltre a definire gli standard di qualità dell'aria per la protezione della salute umana e degli ecosistemi, stabiliscono le modalità di misura e di valutazione dei vari inquinanti. Fissano inoltre i criteri fondamentali per la gestione della qualità dell’aria prescrivendo di attuare piani di risanamento laddove sono evidenziate delle criticità, e piani di mantenimento nelle zone in cui i limiti sono rispettati.

Ecoricerche tramite il proprio laboratorio Accreditato Accredia LAP 0177, esegue prove conformi a quanto richiesto dai decreti in oggetto per la determinazione degli inquinanti previsti, in particolare per il Particolato in sospensione PM10 secondo DM n° 60 02/04/2002 SO GU n° 87 13/04/2002 e Norma UNI EN 12341:2001.

Emissioni in ambienti di lavoro

Il D.Lgs. 81/2008 prevede, la misurazione del livello di esposizione dei lavoratori ad inquinanti aereodispersi, ovvero valutazione dell’esposizione dei lavoratori agli agenti chimici.

Ecoricerche esegue numerose prove in riferimento alla determinazione degli inquinanti aereodispersi nell’aria all’interno dei locali di lavoro a causa di lavorazioni e processi presenti in svariate attività produttive.
La fase di campionamento degli  agenti chimici sarà eseguita in campo da tecnici specializzati. I campioni prelevati poi saranno consegnati al laboratorio interno dell’azienda dove saranno effettuate le misure  sarà poi eseguita la elaborazione dei dati con successiva emissione dei rapporti di prova e di una relazione tecnica a commento dei risultati delle misure.


• Analisi e valutazioni di impatto da vibrazioni

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO